Torna venerdì 23 febbraio M’illumino di meno la campagna ideata dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio 2, giunta quest’anno alla XIV edizione, realizzata in collaborazione con il Fai, per sensibilizzare sul risparmio energetico e stili di vita sostenibili.

Nel 2018 M’Illumino di meno, che ogni anno chiede ai suoi sostenitori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili alle 18 di un pomeriggio di febbraio, è dedicato alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi “perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo” quindi l’invito per il 23 febbraio è quello di spegnere le luci e andare a piedi.

Invito raccolto dal Comune di Macerata che sta lavorando per promuovere la cultura del camminare come valore di welfare culturale in grado di accrescere il benessere psicofisico in ogni età, la qualità della vita, la conoscenza delle bellezze paesaggistiche, la cura del territorio e il turismo sostenibile.  Tutti obiettivi che verranno raggiunti attraverso il progetto Macerata cammina nel verde che ha come fine la realizzazione di un percorso ad anello, della lunghezza di324 chilometri, nella natura a ridosso del centro abitato utilizzando la viabilità già esistente.

Inoltre Macerata cammina nel verde si integra con il percorso della Via Lauretana, l’antico tragitto di pellegrinaggio che univa Roma a Loreto che ha l’obiettivo di promuovere il territorio attraverso una strategia innovativa di valorizzazione dell’accoglienza e delle tipicità del territorio.

L’Amministrazione comunale è impegnata anche a favorire la mobilità sostenibile in città attraverso una serie di investimenti importanti e di iniziative per un uso più intenso e più conveniente del trasporto pubblico urbano come l’attivazione di nuovi servizi e il potenziamento delle linee già esistenti.

Sono diverse le attività di mobilità sostenibile che verranno realizzate il 23 febbraio dal Comune di Macerata in collaborazione con associazioni e operatori del settore presentate questa mattina nel corso di una conferenza stampa alla presenza dell’assessore all’Ambiente, Mario Iesari,  Katia Giusepponi, delegata del rettore per la pianificazione strategica Unimc, Rosaria Del Balzo Ruiti presidente della Croce Rossa Italiana, sezione di Macerata, Danilo Tombesi presidente dell’associazione Nordic Walking Green,  Alessandro Battoni del Cea, Rioberta Pieroni per Pedibu e Ulisse Gentilozzi del Gruppo podistico Acli.

Le iniziative verranno lanciate sui social con gli hastag #maceratacamminadipiù e #MilluminoDimeno.

Sotto il titolo Con i piedi per terra è stata organizzata, in collaborazione con le associazioni Nordic Walking Green  e Gruppo podistico Acli, una camminata per i vicoli del centro storico lungo un percorso di4 chilometri. La partenza dei partecipanti è alle18.45 dai Giardini Diaz mentre l’arrivo è previsto per le ore20 in piazza Cesare Battisti. Tutti i partecipanti sono invitati a indossare una casacca ad alta visibilità e a dotarsi di una lampada o una pila portatile. All’arrivo gesto simbolico dello spegnimento delle lampade al quale gli esercizi commerciali di piazza Cesare Battisti saranno invitati a unirsi spegnendo l’illuminazione delle vetrine.

M’illumino di meno partecipa anche la Croce Rossa di Macerata che, già dal pomeriggio del 23, proporrà in piazza Cesare Battisti attività di sensibilizzazione sul risparmio energetico e coinvolgerà i curiosi nel calcolo dell’impronta energetica mentre ci si potrà mettere anche alla prova sulle conoscenze personali legate alla prevenzione dei rischi ambientali.

Un contributo a M’illumino di meno lo daranno anche i bambini ed i ragazzi che aderiscono al progetto Pedibus, in totale 165, che nella mattina di venerdì 23 febbraio, durante il tragitto verso le scuole scatteranno fotografie e comporranno un poster che verrà presentato poi la sera in piazza Cesare Battisti. Per l’occasione verrà lanciata anche la Pedipolitana del Pedibus, mappa con i vari tragitti che quotidianamente vengono percorsi dai ragazzi.

Sempre il 23 febbraio, in occasione di M’illumino di meno, gli operatori del Centro di Educazione Ambientale (CEA) con gli studenti della scuola Enrico Fermi installeranno la cartellonistica del progetto Non restiamo FERMI sulla promozione della mobilità pedonale a Macerata. Si tratta di un progetto pilota che si sta realizzando nel quartiere Pace nell’ottica di estenderlo al resto della città nel corso del prossimo anno scolastico.

Anche l’Università di Macerata aderisce a M’illumino di meno e per  il 22 febbraio promuove la Caccia al kWh, un flashmob nel corso del quale studenti e personale spegneranno le luci rimaste accese dopo l’orario di utilizzo all’interno dei locali della sede dell’ex Loggia del Grano in via Don Minzoni 22A o chiuderanno porte o finestre aperte che comportino uno spreco di energia elettrica o di energia termica per riscaldamento: un gesto simbolico per mostrare il corretto uso dell’energia. Nello stesso giorno, docenti, personale tecnico amministrativo e studenti sono invitati a cacciare i kWh sprecati ovunque si trovino e a condividere le proprie “prede” sui canali social taggando #unimc #cacciakwh #milluminodimeno.

Quest’anno le iniziative per “M’illumino di Meno” sono promosse nell’ambito della Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile, Rus, che raggruppa 55 atenei italiani. La “Caccia al kWh” si svolgerà in contemporanea in numerose università della rete, per coinvolgere un pubblico ancora più ampio in azioni dimostrative di ricerca degli sprechi di energia nelle sedi degli atenei. L’obiettivo principale è sensibilizzare gli utenti delle università verso il contributo individuale che ciascuno di noi può offrire su tema del risparmio energetico, a partire dalle piccole dimenticanze che, sommate tra loro, possono avere un impatto significativo sui consumi degli atenei.

Il ritrovo è alle 18 sotto la Loggia del Grano (Dipartimento di Scienze politiche, via Don Minzoni   22A)  da lì ci si muoverà tra le aule e i corridoi, a caccia di sprechi energetici: luci accese, finestre aperte e così via.  Il giro si concluderà  con il ritrovo sotto il loggiato al suono di chitarra. Nello stesso giorno, docenti, personale tecnico amministrativo e studenti sono invitati a cacciare i kWh sprecati ovunque si trovino. Gli hastag sono #unimc #cacciakwh #milluminodimeno.

Cs-Millumino-di-meno

Annunci

Nella regione tra le più longeve d’Italia si investe in prevenzione attraverso l’attività fisica: è rivolto agli adulti e agli over 65 il progetto ‘Sport senza età’ il cui bando è stato presentato questa mattina nella sede regionale; seconda fase della strategia che ha già attivato ‘Marche in movimento con lo sport di classe’ dedicato agli alunni della scuola primaria, in coerenza con il piano regionale di prevenzione.

Un gioco di squadra con soggetti qualificati per promuovere il valore dello sport per tutti, adulti e anziani, in un’ottica lungimirante per un futuro in cui agli anni di vita si aggiunge qualità nel quotidiano e che darà frutti nel tempo. Come rilevato dal presidente della Regione, è un’esperienza che deve crescere e da consolidare, un investimento per migliorare la vita e la salute dei marchigiani.

Asur, Agenzia regionale sanitaria, Anci, Coni, Università di Urbino, enti di promozione sportiva e Regione uniti nella convinzione che progetti di educazione al moto in ogni fase della vita, insieme ad una corretta alimentazione e stile di vita, rallentano l’invecchiamento e regalano benessere e salute alla comunità.

Saranno oltre 40 i progetti che verranno attivati dall’Asur, per un investimento pari a 408.000 euro negli anni 2018/2019 (dgr 1118/17), il coinvolgimento di almeno 2000 persone su ogni anno per tutto il territorio regionale per la durata di 24 settimane. Saranno coinvolti 80 tutor laureati in scienze motorie, giovani specializzati per lo svolgimento delle attività di insegnamento.

A cura dell’Asur l’aspetto relativo alla sana alimentazione, corretti stili di vita e la formazione periodica degli operatori; del monitoraggio e coordinamento del progetto si occupa la scuola di Scienze motorie dell’Università di Urbino ed i Comuni, tramite l’Anci, sono coinvolti per la messa a disposizione degli impianti sportivi, dei parchi e la divulgazione del progetto.

La scadenza per la presentazione dei progetti è fissata al 6 marzo 2018.

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dalla collaborazione tra U.S. Acli provinciale e Asd Canminando insieme, gruppo cinofilo, prende il via una iniziativa che abbina varie finalità.
Stiamo parlando della “Camminata a 6 zampe” che si svolgerà domenica 25 febbraio alle 9,30 con  9,30 con partenza dal centro commerciale Porto Grande.
La manifestazione è organizzata in collaborazione di Coop Alleanza 3.0.
Il programma dell’iniziativa, a cui è possibile partecipare gratuitamente, prevede per le ore 9,30 il raduno della passeggiata ludico-educativa in compagnia degli amici a 4 zampe presso il centro commerciale Porto Grande a San Benedetto del Tronto
A seguire il gruppo dei partecipanti si recherà verso la Riserva naturale della sentina per poi far ritorno presso il punto di partenza (ore 10,30 circa).
Alle 10,30 è previsto il ritorno presso il Centro commerciale Porto Grande.
Si consigliano abbigliamento e scarpe comode, una ciotola per acqua, museruola e sacchetti per le deiezioni.
Il fine dell’iniziativa è quello di promuovere l’attività fisica tra i cittadini e dunque anche una semplice camminata con il proprio cane va in questa direzione.
Non va dimenticato, poi, che attraverso queste camminate è possibile conoscere meglio il proprio territorio ma anche creare momenti di socializzazione e aggregazione per cittadini di ogni età.
Nel corso del 2018 sarà organizzata una “Camminata a 6 zampe” al mese, quella successiva si svolgerà il 25 marzo con partenza dal centro commerciale Città delle stelle di Ascoli Piceno.
Per maggiori informazioni sulla manifestazione, a cui è possibile partecipare gratuitamente, ci si può rivolgere agli educatori cinofili dell’Asd Canminando insieme ai numeri 3389477011 o 3484229313 oppure inviando una mail a direzione@canminando.it .
Per ulteriori informazioni sul progetto si possono consultare il sito www.usaclimarche.com o la pagina facebook dell’Unione Sportiva Acli Ascoli Piceno/Fermo.
25022018volantinoesatto

ASCOLI – Sabato 17 febbraio, con inizio alle 15,30, si svolgerà un torneo di burraco tra circoli U.S. Acli presso il Club Incanto, in via del pollaio nella zona industriale.

L’iniziativa prevede una quota di iscrizione di 5 euro ed una formula di svolgimento con 3 mitchell e una danese (4 smazzate). Al termine cena (non obbligatoria –  prezzo Euro 15,00 comprensivo per chi rimane di ballo e musica dal vivo ).

Vige il regolamento U.S. Acli e la manifestazione è riservata ai soci dell’U.S. Acli settore burraco.

Per informazioni e prenotazioni (per la cena entro la mattina del 16 febbraio) rivolgersi al coordinatore della manifestazione Carla 3389398632.CLUBINCANTO 1702108

ANCONA – Dopo la pausa di fine 2017 ed inizio 2018 è ripreso da alcune settimane il progetto “Salute in cammino” con due appuntamenti settimanali che si svolgono a Camerano ed a Castelfidardo.

“Questa iniziativa – dice il vice presidente regionale dell’U.S. Acli Marche Giulio Lucidi – rientra nelle attività previste dal protocollo d’intesa che abbiamo stipulato con la Regione Marche per la diffusione dell’attività fisica tra la popolazione in applicazione del Piano regionale della prevenzione”.

Ogni settimana “Salute in cammino”, che consiste in una camminata della durata di circa un’ora guidata dagli istruttori Maria Cristina Piastrellini (Camerano) e Massimiliano Strappato (Castelfidardo), prevede due appuntamenti ai quali stanno partecipando sempre più persone non solo dei comuni dove si svolge ma anche di quelli limitrofi.

A Castelfidardo l’appuntamento è fissato ogni lunedì alle 21,15 con partenza da Piazza della repubblica, a Camerano invece il raduno è fissato ogni giovedì alle 21 presso il palazzetto dello sport. In caso di maltempo o pioggia la manifestazione non viene svolta.

“Invitiamo i cittadini – conclude Lucidi – a praticare attività sportiva ed a farsi coinvolgere nelle nostre attività che sono finalizzate a promuovere stili di vita corretti. Domenica 4 febbraio è stata la Giornata mondiale contro il cancro e tra le raccomandazioni del Codice europeo contro il cancro, che comprende 12 attività per ridurre il rischio dell’insorgere di tale patologia, c’è proprio quella di svolgere attività fisica ogni giorno e limitare il tempo che si trascorre seduti”.

Per ulteriori informazioni sull’iniziativa, sostenuta dalla Regione Marche, dalle amministrazioni comunali di Castelfidardo e Camerano e patrocinata dalla delegazione Coni di Ancona, si possono consultare il sito www.usaclimarche.com oppure le pagine facebook dell’Unione Sportiva Acli Marche o i gruppi facebook “Salute in cammino”.

ASCOLI – E’ stato presentato il calendario delle attività di burraco dei circoli U.S. Acli della provincia di Ascoli Piceno.

Tale calendario rientra nel quadro delle iniziativa del progetto “Metti in moto la mente – 3 M Project” dell’U.S. Acli Marche, progetto che prevede varie azioni tra cui varie attività fisiche e di allenamento mentale finalizzate esclusivamente al benessere psicofisico, al mantenimento della buona salute, alla prevenzione, al miglioramento o arresto delle malattie cronico/degenerative (declino funzionale e cognitivo), alla prevenzione delle complicanze, per un invecchiamento attivo, secondo le linee della Commissione europea, del Ministero della salute e delle regioni.

Nella provincia di Ascoli Piceno gli appuntamenti settimanali con il gioco del burraco sono 5.

Il lunedì si gioca al Centro socio culturale Tofare di Ascoli Piceno, il giovedì si gioca al Circolo ricreativo Monticelli di Ascoli Piceno ed al Centro Pacetti di Monteprandone, il venerdì al Centro sociale Santori di Brecciarolo di Ascoli Piceno, il sabato presso la sede di Amici della Natura con l’ASD Burraco Ascoli.

Sono poi previsti vari appuntamenti speciali come il torneo di mercoledì 7 febbraio al Circolo ricreativo Monticelli di Ascoli Piceno (dove giovedì 8 in concomitanza con il carnevale non si giocherà) e come il torneo in programma sabato 17 febbraio presso il Club Incanto di Ascoli Piceno.

“Il burraco – dicono i dirigenti dell’U.S. Acli Marche – è una attività che aiuta la mente a mantenersi giovane. Pur se sedentaria è una iniziativa che implica l’impegno minimo di imparare la tecnica del gioco ed il regolamento, la conoscenza e l’applicazione delle relative regole di comportamento come il rispetto del partner e degli avversari, il comportamento al tavolo da gioco, la discrezione, il saper vincere e perdere con stile, l’abilità di coniugare una sana cattiveria agonistica con la buona educazione. Vogliamo inoltre evidenziare che nel gioco del burraco esistono contenuti culturali e scientifici quali la codifica e la decodifica delle informazioni, lo sviluppo della capacità di analisi e di sintesi, il potenziamento dell’attività cognitiva, il potenziamento del metodo deduttivo e lo sviluppo delle capacitò decisionali”.

Ulteriori informazioni sulle iniziative programmate possono essere ottenute consultando la pagina facebook U.S. Acli Marche Settore Burraco oppure il sito www.usaclimarche.com.

 

calendario burraco febbraio 2018

ASCOLI – Ha preso il via nel migliore dei modi, domenica 4 febbraio, la quarta edizione del progetto “Camminata dei musei” promosso dal comitato provinciale di Ascoli Piceno e Fermo dell’Unione Sportiva Acli.

Sono stati numerosi i cittadini, provenienti da Marche ed Abruzzo, che hanno aderito ad una iniziativa che da un lato promuove la conoscenza del territorio, ed in particolare delle strutture museali, e dall’altro vuole far comprendere ai cittadini l’importanza di stili di vita corretti.

“Non a caso – ha detto il presidente provinciale dell’U.S. Acli Ascoli/Fermo Giulio Lucidi – abbiamo organizzato questa iniziativa in occasione della Giornata mondiale contro il cancro ed abbiamo distribuito ai partecipanti il Codice europeo contro il cancro. All’interno di tale documento viene evidenziata l’importanza di svolgere attività fisica e di limitare il tempo che si trascorre stando seduti. Questa manifestazione rientra nel quadro delle attività organizzate a seguito della stipula di un protocollo d’intesa con la Regione Marche per la diffusione dell’attività fisica tra la popolazione in applicazione del Piano regionale della prevenzione”.

Al via, che è stato dato davanti al Centro socio culturale Tofare di via Oristano (angolo via Napoli) era presente anche l’assessore allo sport del Comune di Ascoli Piceno Massimiliano Brugni che ha sottolineato l’importanza di tali manifestazioni sia dal punto di vista della promozione dell’attività sportiva sia da quello della conoscenza delle ricchezze museali della città di Ascoli.

Ulteriori informazioni sulla manifestazione, che nei prossimi mesi prevede altri appuntamenti, possono essere acquisite sui siti www.cooperativemarche.it ewww.usaclimarche.com .

L’iniziativa “Camminata dei musei” rientra nel progetto “Ricostruire le comunità” sempre dell’U.S. Acli provinciale che è stato sostenuto dal fondo di solidarietà di Banca Intesa San Paolo.

20180204_09431520180204_101120