Le Acli Provinciali e l’U.S. Acli Pesaro assieme all’associazione Liberamente, alla Cooperativa Solidale e alla Residenza Casa Godio, struttura riabilitativa per persone con problemi psichici, hanno organizzato sabato 28 ottobre nel locale Club Melandri di Pergola un triangolare di calcetto.

All’iniziativa hanno partecipato: la squadra di calcio a 5 formata dai giovani e da alcuni operatori della Residenza Casa Godio, la squadra di calcio a 5 delle Acli del Circolo di San Costanzo diretta da Massimo Ferretti composta anche di giovani immigrati e la squadra del circolo Acli di San Giorgio di Pesaro.

Mettere “in fuori gioco” discriminazione e pregiudizi: questo l’obiettivo delle organizzazioni del Terzo Settore servendosi dello sport come mezzo d’inclusione sociale che educa al rispetto delle regole. Lo sport, dunque, non solo come strumento per il raggiungimento del benessere psico-fisico di chi lo pratica, ma anche come mezzo di soluzione al disagio sociale in quanto, attraverso il confronto e l’interazione, favorisce lo sviluppo dell’integrazione e la socializzazione.

Con questa primo evento è partita una collaborazione tra le organizzazioni che proseguirà nel prossimo anno con un programma di attività le quali saranno concordate e certamente porteranno ad incanalare le energie, le aspirazioni e l’innato entusiasmo di tutti i partecipanti in una maniera costruttiva per dare un contributo alle comunità in cui vivono. 

Casa Godio di Pergola, pertanto, è diventato sempre di più un luogo d’incusione e il suo giardino una magnifica platea con festival animati, concerti estivi, attività interne, incontri culturali e mostre a cui si aggiungono le attività sportive con la nuova Polisportiva U.S. Acli aperta a tutti i suoi ospiti e agli operatori.

Per concludere il risultato delle partite è stato di parità anche perchè durante lo svolgimento degli incontri c’è stato uno scambio “di casacca” e quindi un bell’esempio di integrazione sul campo.

Annunci