MONTEPRANDONE – Anche i podisti del progetto “Salute in cammino” partecipano alla “Giornata Mondiale contro il cancro” promossa dalla Unione internazionale contro il cancro, organizzazione non governativa che rappresenta associazioni impegnate contro la malattia in oltre cento paesi. Tra gli obiettivi della Dichiarazione mondiale contro il cancro, infatti, ci sono quelli di controllare il sovrappeso e l’obesità ed una forte lotta alla inattività fisica. E quale migliore occasione quella di partecipare alla consueta camminata di martedì 3 febbraio con partenza da piazza dell’unità a Centobuchi alle ore 20,45?

“Secondo il World Health Report 2002 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) – dice il prof. Francesco Maggiore che collabora al progetto – l’inattività fisica sarebbe alla base di 1.9 milioni di morti all’anno, e del 10-20% dei casi di tumore del seno, del colon e dell’endometrio (oltre che di una proporzione analoga di casi di diabete e del 22% delle malattie cardiovascolari). In un recentissimo studio su oltre 100.000 donne seguite per 24 anni, il 31% delle morti premature totali e il 21% di quelle dovute a tumori nelle non fumatrici erano correlate con sovrappeso e inattività fisica. Purtroppo, però, almeno il 60% della popolazione mondiale non raggiunge i livelli di attività fisica minimi che sarebbero indispensabili per la salute. Dai dati ISTAT del 2005 oltre il 48% degli italiani risulta sedentario. L’attività fisica influenza numerose funzioni dell’organismo umano potenzialmente correlate con il rischio di tumori: la funzionalità cardiovascolare e polmonare, la motilità intestinale, la produzione di ormoni, il bilancio energetico, la funzionalità immunitaria, la produzione di anti ossidanti e la riparazione del DNA”.

Il progetto “Salute in cammino” promosso dall’Associazione di volontariato Delta, in partenariato con l’U.S. Acli Marche, finanziato dal Fondo dell’Osservatorio Nazionale per il Volontariato – Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (ex legge 266/1991).

Oltre all’appuntamento fisso del martedì a Centobuchi ce ne è un altro il venerdì con partenza alle ore 20,45 da Piazza Cristo Re.

All’iniziativa stanno collaborando anche la Regione Marche e le delegazioni di Ascoli Piceno, Fermo ed Ancona del Coni che hanno concesso il patrocinio, e l’Associazione Piceno Turismo particolarmente impegnata nell’abbinamento tra iniziative di carattere sportivo e quelle di carattere turistico e di conoscenza del territorio.

Annunci