IMG-20150418-WA0003

IMG-20150418-WA0007

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Bilancio positivo per la seconda tappa delle “Camminate dei musei” che ha permesso a tanti cittadini di conoscere ed ammirare le bellezze presenti all’interno del Museo di arta sacra.

Cittadini di vari comuni di Marche ed Abruzzo hanno aderito all’iniziativa che è organizzata dalla Cooperativa DSA, sostenuto dalla Regione Marche e organizzato in collaborazione con l’Associazione Piceno Turismo, con l’AGCI Marche, con l’U.S. Acli Marche, con l’ASD Truentum e con l’Associazione ACCT.

Il programma della mattinata si è sviluppato con una stupenda visita, sulle tracce di San Basso, San Benedetto Martire, di Mons. Sciocchetti e della cattedrale della Madonna della Marina, al Museo di arta sacra di via Pizzi, visita che è stata guidata dall’operatore Andrea Girolami che ha permesso ai partecipanti di conoscere meglio una splendida struttura sita al centro della città che dal punto di vista turistico andrebbe ulteriormente valorizzata visto il valore, non solo artistico, di quanto presente al suo interno.

“Il museo – hanno detto i promotori dell’iniziativa – ha sede a fianco della cattedrale-basilica di Santa Maria della Marina, cuore della vita diocesana. Con esso si è voluto raccontare la storia della chiesa sambenedettese dalle origini ai nostri giorni, esponendo alcune delle opere più significative relative ai santi martiri più antichi della diocesi e ai due principali luoghi di culto della città: la pieve di San Benedetto martire e la chiesa di Santa Maria della Marina”.

Il progetto “Camminate dei musei” è finalizzato a conoscere e valorizzare il territorio, riscoprendo quei beni e quelle tradizioni storico/culturali/turistiche che rischiano di finire nel dimenticatoio o non vengono sfruttate a sufficienza in quanto sono magari fuori da grandi circuiti o sono poco pubblicizzate.

Ma l’iniziativa si occupa anche di promozione della salute visto che al termine della visita guidata i cittadini hanno potuto effettuare una camminata fino a Grottammare sotto lo sguardo attento del prof. Francesco Maggiore, abbinando dunque ad un evento culturale anche qualcosa di più leggero ma altrettanto importante visti i dati sempre più allarmanti sui costi sanitari dell’inattività fisica degli italiani.

Nei prossimi mesi sono in programma altri appuntamenti che si svolgeranno in altri centri della vallata del Tronto, il primo ad Ascoli Piceno il 23 maggio con la visita al Museo della ceramica.

Annunci