ROTONDA A MARE di SENIGALLIA -Lo sport motore di sviluppo del turismo regionale venerdì 23 MARZO 2018. Le Marche, Regione di sport. È su questo territorio che nascono e si formano campioni di fama nazionale ed internazionale. Location ideale per manifestazioni sportive di altissimo livello grazie ad impianti tra i migliori d’Italia. Tutto questo, unito alla bellezza dei suoi paesaggi e delle sue città, alla ricchezza dell’offerta turistica ed enogastronomica, fa sì che il soggiorno degli sportivi, delle loro famiglie, degli accompagnatori nonché degli spettatori possa trasformarsi in una piacevole vacanza. Il connubio perfetto tra sport e turismo è stata un’intuizione subito colta dall’attuale amministrazione della Regione Marche che per la prima volta, con la deliberazione assembleare n. 27 del 5 luglio 2016 (Piano regionale per la promozione della pratica sportiva e delle attività motorio-ricreative 2016/2020), ha inserito nel suo Bilancio un nuovo capitolo di spesa intitolato “Sport e Turismo”, nel quale è contenuta l’idea di fare degli eventi sportivi un momento di promozione turistica del territorio. La delibera prevede “un concreto impegno a promuovere e finanziare eventi sportivi di rilevanza nazionale ed internazionale che determinino ricadute sul territorio ed incidano sull’immagine positiva delle Marche”. Il CONI Marche, dal canto suo, è da sempre convinto che lo sport rappresenti un aspetto imprescindibile per ogni società quale fattore di sviluppo economico e sociale, dunque quale elemento capace di migliorare la vita delle persone e di una comunità in termini di benessere, salute e progresso. Per questo l’attenzione del Coni alla promozione dello sport di base è stata sempre al primo posto della sua azione sul territorio, dimostrata con l’impegno nel fornire ad esso sostegno, risorse, servizi e strutture adeguati, nella certezza che solo con basi solide si può arrivare ai vertici. È anche questo ad aver fatto delle Marche una Regione in cui il movimento sportivo è estremamente vivace, l’offerta sportiva è variegata, la preparazione di dirigenti e tecnici del settore è ottima e la dotazione infrastrutturale è di alto livello. Nelle Marche si conta la presenza di 2.697 impianti. Un patrimonio per la comunità locale e che nel 2016 ha ospitato 11 manifestazioni internazionali e 31 nazionali di alto livello agonistico e di grande richiamo di pubblico. Questo convegno intende approfondire quanto emerso dalla ricerca “Lo sport come strumento di promozione turistica e risorsa economica del territorio marchigiano” che si è posto l’obiettivo di analizzare, valutare e quantificare le ricadute economiche generate in regione dall’organizzazione e dallo svolgersi delle iniziative sportive di valenza internazionale, tenutesi nel 2016 nelle Marche. Al convegno parteciperà anche il vice presidente regionale dell’U.s. Acli Marche Giulio Lucidi.

FB_IMG_1521622461850.jpg

Annunci