P20180711_231120Prosegue con alcune interessanti novità, nel territorio della vallata del Tronto, il progetto “3M project – Metti in moto la mente” organizzato dall’U.S. Acli Marche in collaborazione con le proprie strutture territoriali e con enti pubblici e privati. “Si tratta – dicono i dirigenti dell’ente di promozione sportiva delle Acli – di un progetto di allenamento mentale, finalizzato esclusivamente al benessere psicofisico, al mantenimento della buona salute, alla prevenzione, al miglioramento o all’arresto delle malattie cronico-degenerative (declino funzionale e cognitivo), alla prevenzione delle complicanze, per un invecchiamento attivo”. Dall’avvio del progetto l’U.S. Acli si è impegnata a mettere in rete i circoli esistenti o dove è stata allestita l’attività (Brecciarolo, Burraco Ascoli, Tofare, Asd Tritella, Circolo Ricreativo Monticelli, Circolo Pacetti di Centobuchi, Mare Bonazza, Polisportiva Spazio Stelle, Associazione Hozho, Polisportiva Belvedere, ) organizzando anche corsi per appassionati del gioco è per principianti. Sono anche stati organizzati tornei di beneficenza, corsi estivi, attività riservate ai terremotati presenti negli alberghi della costa, tappe dei campionati regionali e provinciali (singoli e a squadre). A livello promozionale in queste settimane si svolgono corsi ad Ascoli Piceno (presso la Casa Albergo Ferrucci in via Tucci ogni martedì dalle ore 17,30 alle 18,30 a cura del comitato provinciale e dell’Associazione Hozho col sostegno della Chiesa Valdese – fondi 8 per mille) ed un torneo promozionale il lunedì alle 21 a Stella di Monsampolo (in Piazza Bachelet 5 in collaborazione con la Polisportiva Spazio Stelle nell’ambito del progetto regionale “Sport senza età”). “La scelta di coinvolgere i cittadini nell’attività del burraco    – dicono i promotori delle varie iniziative programmate – è perché va considerato un vero e proprio sport della mente che aiuta quest’ultima a tenersi giovane e in allenamento. Da un lato vogliamo evidenziare l’aspetto socializzante del gioco (che permette di scambiare quattro chiacchiere facendo nel frattempo ciò che piace), dall’altro vogliamo sottolineare che nel gioco del burraco esistono contenuti culturali e scientifici quali la codifica e la decodifica delle informazioni, lo sviluppo delle capacità di analisi e di sintesi, il potenziamento dell’attività cognitiva, il potenziamento del metodo deduttivo e lo sviluppo delle capacità decisionali. Tutte azioni che permettono al nostro cervello di rimanere sempre attivo”. Dopo l’attività di burraco, e questa è una interessante novità, nei prossimi mesi sarà dato il via ad altri cosiddetti “sport della mente” come il bridge e gli scacchi. Ulteriori informazioni sul progetto “3m project – Metti in moto la mente” si possono ottenere consultando il sito www.usaclimarche.com o la pagina facebook Unione Sportiva Acli Marche.

Annunci