20190407_153531

ASCOLI – Nella Giornata mondiale della salute il progetto “Gli itinerari della fede” e la “Camminata per Niccolò IV” hanno incantato gli oltre 120 cittadini presenti.
Il percorso, predisposto dalla guida turistica Valeria Nicu, ha infatti appassionato i presenti per una camminata che è durata ben tre ore e che ha fatto conoscere tanti luoghi collegati a Niccolò IV, primo pontefice dell’ordine dei francescani nativo della nostra città.
La manifestazione promossa da Circolo Acli Oscar Romero, Associazione Hozho, U.S. Acli Marche e Ufficio per la pastorale turismo, sport e tempo libero della diocesi di Ascoli Piceno ha centrato dunque il duplice obiettivo prefissato.
Da un lato promuovere la salute dei cittadini, con una camminata a cui è stata data il via dal vescovo Giovanni D’Ercole, attraverso l’incremento dell’attività fisica che costituisce un utile strumento di prevenzione.
Dall’altro una maggiore conoscenza delle bellezze storiche ed architettoniche delle nostre città e della valorizzazione di religiosi e santi che hanno dato lustri alla nostra città.
Piazza Arringo, il Palazzo dell’Arengo, il Duomo, la chiesa di San Francesco (con una splendida sacrestia che è una vera e propria pinacoteca), la sala De Carolis, il santuario di San Serafino da Montegranaro, la chiesa di San Pietro e Paolo con l’annesso chiostro, la sede della Cassa di risparmio di Ascoli Piceno.
Il percorso attraversato ha toccato questi luoghi che hanno una stretta attinenza con Girolami Masci, futuro Papa Niccolò IV, luoghi a lui collegati anche prima di diventare pontefice. Si è parlato in particolare dello splendido piviale custodito nella pinacoteca civica, dei primi insediamenti francescani in città, del beato Corrado Miliani ma anche della immensa attività di mediatore per ottenere la pace specie in medio oriente affidata proprio a colui che poi sarà eletto papa e prenderà il nome di Niccolò IV.
Annunci